La strega ladrona

C'era una volta, in campagna, un regno pacifico e prospero.

Il re e la regina che lo governavano avevano un figlio che avrebbe preso il posto di suo padre , se non fosse stato per la strega Samanta che, avendolo rapito, aveva impedito un buon futuro al regno.

Marco e Alice, due cari amici, giocavano tranquilli nel giardino di casa loro .

Ad un certo punto videro una lucina blu che appariva molto strana.

Attratti dal bagliore, che piano piano diventava sempre più grande, lo seguirono finché non si stancarono.

Insieme, si fermarono in una radura e il chiarore si tramutò in una fatina che indossava un abito color indaco chiaro e che si inchinò dinanzi a loro .

-Perché si inchina?-bisbigliò Alice.

-Non lo so- mormorò Marco.

-Salve prodi cavalieri e portatori di pace-disse la fata che assegnò arco e frecce a Marco, un antidoto magico ad Alice e il libro delle leggi del regno per tutti e due.

I ragazzi si incamminarono senza aver capito nulla, quando comparve un agnellino incastrato in un ramo che esclamò :-Aiutatemi , so che avete un buon cuore!

I bambini, dispiaciuti, lo aiutarono, ma appena fu libero si trasformò in un gigantesco mostro pieno di spine e con i denti aguzzi .

-Vi ho ingannati !- esclamò con voce stridula.

Alice, tremando, afferrò il libro che diceva :-Per uccidere il mostro bisogna prendere un secchio d' acqua e buttarglielo addosso -.

Alice, con il suo antidoto , disidratò tutte le piante per averne l' acqua che buttò addosso al mostro ormai tramutato in una statua di pietra.

-Per un pelo!- esultò Marco.

Avanzarono per un paio di chilometri.

Ad un certo punto intravidero fra gli alberi una marea di serpenti che impedivano loro il percorso; Marco coll' arco e le frecce li uccise quasi tutti, ma ne rimase uno solo che attorcigliandosi al collo strozzava .

Improvvisamente Alice si trovò un anello al dito e appena si avvicinò al serpente, lui morì .

-Questo anello è incantato !- mormorò Alice .

intanto, Samanta, la strega, aveva visto tutto con la sfera magica e aveva teso una trappola per loro.

Dopo un po' entrarono in un castello di pietra in cui la strega li attendeva.

Marco disse :- Alice , tu vai a liberare il principe, io penso alla strega.-

Il bambino si inoltrò nella stanza della strega che non esitò neanche un minuto per iniziare a combattere.

Alice arrivò proprio in quel momento con il principe.

Marco trovò una spada e con un solo colpo tagliò la testa alla strega.

Esultarono !

Tutti e tre tornarono nel regno e gli abitanti li accolsero con entusiasmo.

Il principe poté governare il regno.

Come d' incanto apparve la fata che ritirò gli oggetti magici.

Da quel giorno vissero tutti felici e contenti.

 

Annett, Gioia e Valeria

home